Microplastiche nelle creme solari

Microplastics in Sunscreens

Le microplastiche sono uno dei più importanti problemi che dobbiamo affrontare oggi, nocive sia per la nostra salute che per l'ambiente circostante (1). Sono insidiosamente ovunque. Si fanno strada dai prodotti che consumiamo, attraverso il nostro corpo per poi uscirne e disperdersi nell'ambiente. 

La maggior parte delle microplastiche, quasi invisibili ad occhio nudo, finiscono nei nostri mari ed oceani assieme al resto dei rifiuti che vengono prodotti sulla terra ferma.

E` stata confermata la correlazione tra le microplastiche ed i rischi per la salute del sistema respiratorio, immunitario, riproduttivo e digestivo. Il polistirene ed il cloruro polivinile ( PVC) sono due microplastiche che causano genotossicitá, citotossicitá, danni al DNA, infiammazioni e creano risposte immunologiche nell ́uomo. Le sostanze chimiche menzionate, presenti nei cosmetici di uso comune,in poche parole formano uno strato di plastica sulla nostra pelle. (2)

Le microplastiche vengono aggiunte intenzionalmente alle formulazioni delle creme solari per motivi quali l'impermeabilità o per tenere insieme gli ingredienti del prodotto (3). Possono anche essere utilizzate come alternative piú economiche a ingredienti più costosi. È questo il caso delle sfere solari, che sono copolimeri stirene/acrilato che non assorbono le radiazioni UV, ma potenziano l'efficacia dei filtri UV organici attivi (4). Si tratta di perle polimeriche riempite di acqua che una volta svuoate si transformano in minuscole sfere piene d'aria (4).  Lo scopo dell ́utilizzo di queste perle polimeriche édiminuire la quantitá dei filtri UV, risparmiando, poiché le sferereindirizzano la luce solare verso i filtri UV presenti.

Quando si acquista una crema solare è importante verificare la presenza di plastica sia nell ́imballaggio che all'interno del prodotto.Riduciamo insieme questo disastro ambientale scegliendo prodotti completamente privi di plastica. Per maggiori informazioni consultate il sito sito web Beat the Microbead e scaricate la loro applicazione che permette di vedere se sono presenti microplastiche nei prodotti tramite la scannerizzazione degli ingredienti.




  1. Golwala, Harmita, et al. "Rifiuti solidi: Una fonte trascurata di microplastiche nell'ambiente". Scienza dell'ambiente totale 769 (2021): 144581.
  2. Guerranti, C., et al. "Microplastiche nei cosmetici: Problemi ambientali e necessità di divieti globali". Tossicologia e farmacologia ambientale 68 (2019): 75-79.
  3. https://www.beatthemicrobead.org/72-of-sun-care-products-contain-microplastics/
  4. Kaimal, Sowmya e Anil Abraham. "Creme solari". Giornale indiano di dermatologia, venereologia e leprologia 77.2 (2011): 238.