Che cos'è la protezione solare naturale?

I filtri UV minerali (inorganici) sono comunemente definiti filtri solari naturali, in quanto contengono minerali, zinco o titanio, originariamente presenti in natura. I filtri chimici (organici), invece, non hanno un equivalente naturale. Recentemente la sicurezza dei filtri chimici è stata messa in discussione. Recenti ricerche stanno dimostrando come questi filtri possano influire negativamente sia sulla nostra salute che su quella dell'oceano.
Filtro uv chimico vs minerale
Ossido di zinco non nano

Filtri chimici I filtri UV chimici (organici) sono il tipo di protezione solare più popolare grazie alla loro applicazione esteticamente gradevole sulla pelle. Tuttavia, il loro uso solleva alcune serie preoccupazioni per la salute. I filtri UV chimici sono stati anche coinvolti in danni ecologici, a causa del loro effetto sull'ambiente marino.

I filtriminerali (inorganici) si posano sulla pelle creando una barriera protettiva che non penetra nella pelle. L'ossido di zinco protegge naturalmente sia dai raggi UVA sia dai raggi UVB, quindi ha una protezione ad ampio spettro. Il biossido di titanio blocca efficacemente i raggi UVB, ma non protegge completamente dagli UVA.

Protezione ad ampio spettro

GliUVB sono la causa principale delle scottature solari, in quanto provocano l'infiammazione delle cellule cutanee.

GliUVA sono la causa dei danni cutanei a lungo termine, tra cui la perdita di elasticità e le rughe, e penetrano nella pelle molto più in profondità degli UVB.

Sia gli UVA che gli UVB svolgono un ruolo nei danni alla pelle e nella formazione del cancro della pelle. Quando un filtro UV blocca sia gli UVB che gli UVA è considerato una protezione a spettro completo.